myVetrina.com concentrato di Valchiavenna e Valtellina

Bottega D'Arte Lavorazione Rame
Bottega D'Arte Lavorazione Rame  foto 1
  • Via Damiani, 8
  • 23017 Morbegno (So)
  • 0342 611005
  • Posizione in Google Map
  • MyVetrina

In ricordo di Giovanni Mazzoleni


La Bottega d'Arte Mazzoleni ha una lunga tradizione da molte generazioni.

"Io Giovanni, ho ereditato da mio nonno e mio padre l'arte e la passione per la lavorazione del rame, con tutte le sue tecniche e i suoi segreti...

Oggi nella mia Bottega, vengono realizzati diversi tipi di oggetti destinati sia all'utilizzo quotidiano(pentole,mestoli,tortiere...) che come complementi d'arredo".

In Vetrina

Bottega D'Arte Lavorazione Rame
Lavorazione artigianale del Rame.... antica tradizione tramandata nel tempo!!!

Mazzoleni esegue a richiesta lavori in Rame personalizzati, basandosi su di una bozza o rifacendosi a loghi, stemmi, brand aziendali, scudi gentilizi, insegni, simboli, ecc.




Ma non è tutto!Come artigiano, mi occupo non solo di produzione a nuovo, ma anche di recupero di oggetti vecchi, ristagnature e di semplici riparazioni.
Nella mia Bottega potrete trovare altri tipi di lavorazioni artigianali: oggetti in peltro abilmente lavorati e ceramiche finemente dipinte a mano.
Insomma, un tuffo nel passato in un ambiente raffinato...
Proponiamo dunque, una produzione eseguita completamente a mano nel rispetto assoluto di tradizioni tipiche italiane.


Rame che Storia

In quanto reperibile allo stato nativo il rame, dopo l’oro fu il primo metallo conosciuto e usato dall’uomo (età del rame), con lavorazioni a freddo per martellamento, verso la fine dell’età della pietra. Gli oggetti di rame più antichi sono dei gioielli provenienti dall’Egitto, che risalgono al 4500 a.C. Nel 3500 a.C. si incominciò a fondere questo metallo ottenendolo per riduzione dal minerale: perciò il rame è il primo metallo che l’uomo ha estratto dai suoi minerali. Intorno al 3000 a.C. il rame viene legato allo stagno per ottenere il bronzo: è la cosiddetta età del bronzo, che precede quindi quella del ferro. Presso i Greci e i Romani il rame veniva usato per fabbricare armi, utensili, ornamenti ed anche nell’edilizia. Grandi quantità di rame venivano estratte dall’isola di Cipro, in latino Cyprum: dal cui nome derivò aes cuprum, da cui il simbolo Cu e il nome stesso del metallo in gran parte delle lingue moderne occidentali (copper, cuivre, kupfer, cobre, koppar). Il simbolo della donna (il cerchio con una croce in basso, detto “specchio” di Venere) è lo stesso usato dagli alchimisti per indicare il rame: questo perché, secondo la leggenda, la Dea nacque dalla schiuma delle acque dell’isola di Cipro. La diffusione del rame era dovuta anche alla sua reperibilità allo stato grezzo e alla sua relativamente bassa temperatura di fusione. Il primitivo processo di produzione prevedeva una prima “cottura” per eliminazione delle tracce di zolfo, poi una fusione che faceva salire in superficie eventuali scorie e quindi una colata in stampi ricavati nel terreno, ottenendo forme simili a dischi, poi lavorati tramite martellatura. 


Lo sapevate che….
….l’ascia dell’uomo di Similaun vissuto nel 3200 a.C. era, anzi è, in rame?
….l’ottone (lega rame -zinco ) risale al 1000 a.C.?
….il primo tubo di rame per l’acqua potabile risale al 2750 a.C.? Fu rinvenuto nel tempio del re Sa-Hu-Re ad Abusir, in Egitto; faceva parte di un impianto di circa 100 m di lunghezza, costituito da diverse sezioni, ognuna delle quali misurava 750mm. Il tubo era ottenuto aggraffando una sottile lastra di rame fino ad ottenere un diametro approssimativo di 75mm. E’ conservato al Museo Statale di Berlino.
….già Servo Tullio (IV sec. A.C.) ordinò di coniare solo monete di rame, che poi chiamò “pecuniae”?
….gia Plinio (I sec. d.C) descriveva la stagnatura del rame?
Copyright © 2007-2017 MyVetrina.it | DiegoGiuriani.com | P. IVA 00887200145 | Mappa | Condizioni d'uso | myMail | myPEC | Vetrine tematiche | Realizzazione siti Internet Sondrio |