myVetrina.com concentrato di Valchiavenna e Valtellina

Marzia Gotti
Marzia Gotti foto 1
  • via ai Ronchi
  • 23015 Dubino (So)
  • 0342 681244
  • Scrivimi
  • Posizione in Google Map
  • Slide Show
  • MyVetrina
Marzia Gotti foto 2Marzia Gotti foto 3Marzia Gotti foto 4Marzia Gotti foto 5Marzia Gotti foto 6Marzia Gotti foto 7Marzia Gotti foto 8Marzia Gotti foto 9Marzia Gotti foto 10

Sono nata a Morbegno nel 1974 e vivo a Dubino con la mia famiglia. Ho frequentato lo studio della pittrice Mari Carmen Mür per diversi anni e devo a lei la mia educazione artistica. Grazie ai suoi insegnamenti ho imparato ad amare l'arte e ad esprimerla. La mia passione artistica nasce praticamente con me ma l'esprimerla mi è stato difficile vista la mia indole di persona tendenzialmente timida e riservata. Credo nelle cose belle della vita.  Trovo che la “bellezza” sia ciò che di più interessante la vita possa dare.  Credo che il sale della mia vita siano l’ironia e l’affetto. Una risata ed una carezza sono per me energia di vita. Credo nelle cose vere, autentiche, come i sentimenti senza i quali non potrei vivere.

In Vetrina

Marzia Gotti

Nel corso degli anni, ho elaborato una tecnica personale, seguendo le indicazioni della mia vena creativa.
Ultimamente sto utilizzando diversi materiali per lavorare sulla tela: oltre ai colori ad olio uso colori e paste acriliche con l'aggiunta di cristalli con tagli e venature particolari. 

Inoltre amo arricchire i miei quadri con la "foglia oro”, tecnica semplice e divertente ma di effetto.
Col passare degli anni ho ampliato il mio bagaglio artistico spaziando in campi creativi come la "pittura su ceramica" (usando la tecnica americana dell’olio molle) o la "pasta di mais" utilizzata per la creazione di oggetti.
Ho avuto la possibilità di dare lezioni di “manualità” nelle scuole: è stata un’esperienza che mi ha arricchita. I bambini, la manualità e la creatività sono un mondo tutto da scoprire. 


PENSIERI E PAROLE

LA MIA VITA E I MIEI COLORI

Io, che vivevo in una vita
dove tutto mi sembrava coperto da una nube grigia,
dove i miei occhi vedevano solo colori scuri,
dove la mia anima aveva molto freddo.
Io, in una vita dove la paura regnava e il gelo era di casa.
Poi sei arrivato tu.
Eri lì, e sentivo che il destino lì mi avrebbe portata.
Così ti ho visto con un sorriso e dei colori tra le mani.
Un sorriso che riscuoteva in me forti emozioni; nel vederlo mi sentivo viva.
“E ora, colora la tua vita” mi hai detto:
“il rosso è per bruciare di passione,
il giallo è per riscaldarti quando hai freddo,
il bianco è per purificarti quando ti senti in peccato,
il blu è per sentirti vicino alle stelle quando la notte ti sembra troppo buia,
il verde è per correre nelle praterie quando sei felice e vuoi gridarlo al mondo.
Poi, c’è il nero ….. “
Beh, il nero no: l’ho usato io. Io che dipingendo sul più bello mi sono persa.
Ecco il nero: le mie tenebre, il terrore, la solitudine, la mia follia.
Quindi ora sono di nuovo sola. Dove tutto è senza colori,
dove tutto è grigio e manchi tu, il tuo sorriso e i tuoi colori.
Dove sei?
Ti ho cercato ovunque ma no, non ci sei.
Ora, in un angolo distrutta, ho l’anima vuota e il corpo rannicchiato su di sé.
Ti aspetto!!!
Tra le mani stringo a me i colori e fino a che la forza mi aiuta non lì lascerò.
Ti aspetto e ti aspetterò ancora.
Aspetto che arrivi, mi apri le mani e aiutandomi a colorare la vita, rendi tutto brillante con amore e felicità.
Così, io pittore, tu colore, uniti per sempre; dove separati non abbiamo senso, insieme possiamo dipingere il quadro della nostra vita.
Ma per ora mi chiedi di aspettarti e ti aspetterò.

IL MIO ANGELO

Eccoti, sei arrivata.
Un angelo senza le ali, dagli occhi di gelo. Un giorno però, guardando nel gelo, ho visto tutta la tua dolcezza e il freddo si è sciolto, lasciando un calore delicato.
Proprio come le tue preziose mani, che doni a chi cerca in te una dimora di salute e serenità. Quando con la fantasia mi fermo a pensarti, ti immagino una fata buona, che nel suo mondo etereo sa ciò che vuole dalla propria essenza.
E così ti vorrei vedere anche nella realtà.
So che è difficile essere nobile nello spirito, in questo mondo dove tutto è materia e finzione.
In questo mondo tu ci sei. Così fragile e così forte. Così poco terrena, proprio come me!!
Sono felice che questo cammino lo stiamo affrontando da tempo assieme, fondendo le nostre paure, le nostre gioie, i nostri perché.
Quindi, una sola parola per te: grazie. Grazie di essere qui in questo mondo, ora, con me.

UN’ANIMA PURA

Sei nata bellissima. Così bella da sembrare finta.
Nei tuoi occhi già si leggeva qualcosa di grande. Ecco, si vedeva la tua bontà d’animo, il tuo essere parte di tutto ciò che ti circondava. La tua dolcezza nel chiamarmi, ancora mi fa stringere il cuore. Così piccola ma così grande. Sei grande nel pensare al bene degli altri sempre e comunque in ogni occasione e in ogni momento. La vita, per te, un cammino pesante, con tanti ostacoli, come un sentiero ripido dove a tratti le spine dei rovi trafiggono fino al cuore. Sentiero come un labirinto, dove nessuno trova l'uscita. Lì persa, sola !!! Senza armi per combattere ciò che di più orrendo la vita ti ha dato. Con il tuo sorriso, hai permesso a chi ti ama di venirti a prendere e portarti via da quell’inferno. Ora che sei salva, le armi per affrontare il cammino non ti mancano di certo. Siamo tutti noi che ti amiamo, con un amore bianco, puro, vero. Proprio come sei tu.
Allora sentiti pronta a camminare su un sentiero pianeggiante, erboso, dove è bello camminare.
E quando sei stanca, ricordati che c’è sempre qualcuno di noi che ti può prendere in braccio.
Se una promessa mi puoi fare, sentiti bellissima e bianca per sempre. Perché è così che sei nata.

DEDICHE E RINGRAZIAMENTI

Dedico queste mie opere e questi testi:

• Alla mia famiglia, che mi ha saputo accogliere con amore e pazienza.
• A mio marito, che per primo ha compreso la mia passione, aiutandomi ad esprimerla.
Spesso il sentimento che ci lega mi è stato d’ispirazione e questo mi rende felice.
• A Gabriele, il mio bimbo, che ringrazio per aver creduto in me ed in quello che faccio, dandomi così la forza per continuare.
• A Lara, la mia bimba, che con la sua dolcezza approva gioiosamente ciò che faccio.
• Agli amici e tutti coloro che mi sono stati vicino e continueranno ad esserlo.

Grazie a tutti voi.
Ora ho le ali e sto volando. Che questo mio volare possa non smettere mai.

Vi voglio bene. Marzia





Copyright © 2007-2017 MyVetrina.it | DiegoGiuriani.com | P. IVA 00887200145 | Mappa | Condizioni d'uso | myMail | myPEC | Vetrine tematiche | Realizzazione siti Internet Sondrio |